È veramente pensabile uno sviluppo sostenibile?
Università Cattolica del Sacro Cuore
Pensiero diviso e e società
Scuola sulla Complessità online
La complessità e la cittadinanza digitale
Scuola sulla Complessità online
La fisica non è un'opinione
Associazione culturale "cento giovani"
4 Carte, 4 Donne. Dalla cabina elettorale al voto on line. Incontro posticipato
Palazzo Giustiniani
Essere cittadini europei
Università degli studi Roma Tre - Dipart
Esistono Cittadini senza Stato?
Istituto di Istruzione Superiore Statale
Il Volto della Repubblica
Facoltà di Economia della Sapienza
Metamorfosi. Identità è unità e diversità.
Sulmona
Come nasce una comunità?
Fondazione Adriano Olivetti
Identità violate
Accademia Di Storia Dell'Arte Sanitaria
Gli elementi che formano la nostra esistenza
Istituto Omnicomprensivo statale
Il diritto all'umanità
I.T.C. “Vittorio Veneto - Salvemini”
La coscienza degli europei
IPSC Luigi Einaudi
Persona, Comunità, Repubblica
IPS Maffeo Pantaleoni Sede Centrale
Il conflitto sociale nell'era dei robot e dell'intelligenza artificiale
Biblioteca Casanatense
Il conflitto che apre alla pace
Liceo Statale Alessandro Manzoni
Religione. Diritto. Economia. Tecnologia. In cosa crediamo?
CampusX Roma
People empowerment. La leadership del futuro
Centro Studi Americani
Natura, cultura, essere umani
Liceo Scientifico Statale G.B. Grassi
É permesso sperare?
Istituto Tecnico Agrario Statale Giusepp
Cosa significa essere umani?
Via Cipriano Facchinetti, 42
Intelligenza artificiale e lavoro
Via del Parlamento, 9
Lo sposalizio del mare
Piazza Trieste, 7
Dittatura e Tirranide: la lezione della Roma e Grecia antiche
Centro Studi Americani
Libri del passato per leggere il futuro
Mercato Centrale Roma

Ideatore della Scuola sulla Complessità

Michele Gerace

Adesioni alla Scuola sulla Complessità

Per l'adesione dell'Istituto scolastico/ Università e la partecipazione degli studenti alla Scuola sulla Complessità è sufficiente inviare una manifestazione di interesse all'indirizzo info@centogiovani.it

Partners della Scuola sulla Complessità

L'iniziativa è promossa e realizzata da OSECO (Osservatorio sulle Strategie Europee per la Crescita e l'Occupazione) e Associazione "cento giovani", insieme alla Facoltà di Economia dell'Università di Roma "Sapienza", in partenariato con ANP Lazio (Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola), Bar Europa, Complexity Education Project, ContaminAction Tor Vergata University, Culture Action Europe (CAE), ECCOM (Idee per la cultura), EUCA (European University College Association), Festival della Diplomazia, Fondazione Adriano Olivetti, Fondazione Mondo Digitale, Gioventù Federalista Europea, IAI (Istituto Affari Internazionali), Impact Hub Roma, Inward (Osservatorio sulla Creatività Urbana), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Istituto Italiano per la Privacy (IIP), Tor Più Bella.

Mediapartner della Scuola sulla Complessità

Radio3 Rai

© 2023 creato dalla 

Scuola sulla Complessità con Wix.com

Scuola sulla Complessità

Perché

Una scuola per smettere di porsi domande; per scambiare il vero con il verosimile; per proibire il diseducativo insegnamento delle tragedie greche; per censurare il bacio del principe azzurro alla Bella Addormentata perché è stupro; per chi si affida alla tecnologia che ancora non esiste e si scaglia contro la scienza che intanto esiste; per chi sostiene di poter vivere senza Dio e per chi, in nome di un dio ad uso e consumo personale, invita alla subumanità; per chi considera la storia anacronistica; per chi giudica prima di conoscere; per chi sbiascica che abbiamo un’alternativa alla democrazia; per chi rifiuta la geografia ma ci tiene a precisare che la terra è piatta; per chi è atterrito dalla diversità che minaccia l’omologazione; per chi teme l’arte che allarga l’orizzonte; per chi trova di cattivo gusto pensare con la propria testa; per chi crede che è tutto scritto; per chi non pensa. 

 

Benvenuti alla scuola del pensiero unico.

Speciale di Rai Scuola sulla presentazione della Scuola sulla Complessità 

Immagine tratta da L'Atmosphère: Météorologie Populaire, opera pubblicata nel 1888 dall'astrononomo Camille Flammarion

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now